Camminata notturna Stresa – Mottarone

Caratteristiche del percorso:

Difficoltà E (escursionistica)
Tempo di percorrenza: 5h
Distanza: 12,5 Km
Dislivello: 1.329m
Tipologia: strada,mulattiera,sentiero.

Breve descrizione del percorso

L’itinerario proposto è il classico percorso che collega Stresa alla vetta del Mottarone . Si parte dal piazzale del Lido di Carciano e si attraversano le vie cittadine dirigendosi verso la Via Selvalunga che costeggia stupendi parchi di antiche ville . Inoltrandosi un pò all’interno si può scoprire un angolo di paese d’altri tempi con il lavatoio e la fontana, un finto castello e un affresco del 1846 . Da qui in poi il percorso, sempre su strada asfaltata, si fa più ripido e in breve porta alla frazione di Someraro, vero balcone sulle Isole Borromee. Raggiunto Levo si procederà verso Alpe Vedabbia per raccordarci con il sentiero del CAI di Baveno M5, quindi attraversando boschi di faggi e castagni si riprenderà il sentiero del CAI di Stresa L1 in zona Alpino. Proseguendo il percorso segnalato, si giunge attraverso sentieri tra boschi e alpeggi, alla stazione della “Borromea”, cioè a ciò che resta dell’ultimo luogo di sosta della ferrovia a cremagliera che fino agli anni sessanta del secolo scorso collegava Stresa al Mottarone. Si tratta di un pianoro ombroso a 980 slm. Seguendo quindi l’antico tracciato del trenino ci si innalza fino alle ultime alture per raggiungere il piazzale dell’Albergo Eden di fronte alla stazione d’arrivo della funivia. L’ultimo tratto di strada asfaltata ci porterà al piazzale adiacente all’Albergo “Casa della Neve” e quindi salendo lungo la pista di sci alla sommità del Mottarone ai 1492 m di altezza.

Scarica da qui il modulo per l’iscrizione alla manifestazione.
Il modulo, compilato in tutte le sue parti dovrà essere riconsegnato entro il 19 luglio alla  segreteria della nostra sezione secondo le seguenti modalità:

  • consegna diretta presso l’ufficio in via De Martini, c/o poliambulatorio – Stresa
  • tramite mail a info@avistresa.it
  • via fax al 0323 32278

CICLOTURISTICA

Domenica 29 aprile 2007 l’ Avis di Stresa ha organizzato la prima cicloturistica non competitiva, aperta a tutti coloro desiderosi di una tranquilla pedalata in allegra compagnia.

In una splendida giornata di sole, sede di partenza e arrivo è stato il piazzale dell’ imbarcadero di Stresa.

Negli anni successivi si è deciso di dare spazio e visibilità agli altri comuni su cui l’ Avis di Stresa svolge la sua opera di volontariato.  Ad ogni corsa sono stati premiati i gruppi più numerosi, i partecipanti maschili e femminili più giovani e quelli più “datati”.

Domenica 6 aprile 2008 a Baveno, domenica 3 maggio 2009 a Belgirate,

Domenica 3 maggio si è svolta la terza edizione della “CICLOTURISTICA AVIS”, organizzata dall’ AVIS COMUNALE DI STRESA, con la collaborazione della UILDM e delle Società ciclistiche Funtos Bike e Udace.

Una splendida giornata di sole e il panorama mozzafiato che offre il golfo Borromeo ha accompagnato i ciclisti. La partenza alle ore 9 dal lungolago di Belgirate, da dove 143 ciclisti, tra i quali 14 donne e 16 avisini, hanno costeggiato il Lago Maggiore sino a Fondotoce per poi proseguire verso Gravellona, ritornare a Fondotoce e raggiungere Baveno. La prima novità di questa edizione è stato l’inserimento della salita che porta a Levo e quindi lo strappo Brovello Carpugnino – Massino Visconti. Una rapida discesa sino a Lesa e dopo 55 Km. si è ritornati a Belgirate.

Un’abbondante ristoro ha accolto i partecipanti sotto un gazebo predisposto dalle Associazioni di Belgirate.

Al termine dopo i saluti del Sindaco di Belgirate Proff. Giorgio Pollini, del consigliere Nazionale della UILDM Sig. Andrea Vigna, del Presidente della UDACE Sig. Giovanni Negro, il Presidente dell’AVIS di Stresa Rag. Gianni Pessina ha premiato le prime 15 società partecipanti con coppe diverse.

Cicloamatori Novara (27 partecipanti) – Bici Club Omegna (25) – Agrate Conturbia (18) – Iride Cycling team (12) – Cicloamatori Borgomanero (11) – Aronese (10) – Funtos Bike (6) – Edilmora (3) – Team Peruffo – Novara che pedala – Team Tartaggia – Ciprian Bike team – MTB Omegna ( tutti con 2 partecipanti)

Sono seguite le premiazioni dell’Avisina più giovane – Sig.ra Loretta Chiesa (Avis Lesa)

Dell’Avisina meno giovane – Sig.ra Luigina Villa (Avis Borgomanero)

Dell’Avisino più giovane Sig. Thomas Piscia (Avis Omegna)

Dell’Avisino meno giovane – Gilberto Cavestri (Avis Omegna)

Tra gli avisini si sono iscritti

N° 4 dell’ Avis di Stresa e dell’Avis di Omegna

N° 3 dell’Avis di Lesa

N° 2 dell’Avis di Verbania

N° 1 dell’Avis di Gozzano, Borgomanero e Bust0 Arsizio

Un riconoscimento speciale al Comune di Belgirate per l’ospitalità e la collaborazione offerta per l’organizzazione della giornata e ai motociclisti del MOTO Club Omegna che ci ha assicurato la scorta tecnica lungo il percorso.

A grande richiesta dei partecipanti, la prossima edizione ricalcherà il percorso odierno, con una partenza ed arrivo diversi.

Domenica 2 maggio 2010 (questa volta non assistiti dal bel tempo) e domenica 10 aprile 2011 con circa 30 gradi a Brovello Carpugnino, con partenza e arrivo nella struttura polivalente di Graglia, inaugurata l’ anno precedente, il 5 aprile, lunedì di Pasquetta  e a cui l’ Avis era presente con il Presidente Gianni Pessina e la Vice Presidente Elisabetta Bianchi. Questa è stata l’ultima cicloturistica che è stata disputata, ma ha avuto un grande successo.

Ben 113 i partecipanti, provenienti da varie località della provincia del Vco, di Novara e di Varese. Sono stati  13 i gruppi sportivi, 11 invece coloro che hanno partecipato singolarmente, tra cui la stresiana “Testimonial dell’Avis” ed ex azzurra di mountain bike negli anni 2002/2006 Monica Brunati e la tre volte campionessa italiana della “24 ore di Mountain bike”  Ilaria Balzaretti. Con la macchina di Avis Nazionale, gentilmente concessa da Avis Omegna, a guidare il festoso plotoncino di ciclisti, ci si è diretti  a Massino Visconti per poi scendere a Lesa e da lì costeggiare il lago Maggiore fino a Fondotoce e il lago di Mergozzo. Ritornati a Baveno i ciclisti hanno affrontato la salita che porta a Levo e quindi sono tornati al luogo di partenza in località Graglia Piana. Sessanta i km percorsi non competitivamente e terminati per primo alle 11 dal diciannovenne stresiano Marco Valagussa (nipote della Consigliera Avis ed ex Presidente di Stresa Elisabetta De Giovannini).

GLI AVISINI STRESIANI “CONQUISTANO” IL MOTTARONE SOTTO LE STELLE

Per il quarto anno consecutivo, l’Avis di Stresa ha organizzato la camminata notturna dal lido di Carciano fino alla vetta del Mottarone. Finalmente una notte serena, dopo tanta pioggia dei giorni scorsi ha permesso che tutto si potesse svolgere senza alcun inconveniente.

A mezzanotte in punto è iniziata la “scarpinata” dei 16 temerari che lungo il percorso asfaltato li ha condotti a Carciano e Someraro, poi è iniziato ci si è addentrati tra i boschi di Levo, un altro tratto stradale, riprendendo in mezzo alle piante fino all’ Alpino e dopo la terza sosta rifocillante, è iniziato il tratto più impegnativo, contraddistinto dal pietrisco che copre la vecchia strada ferrata che sino al 1962 ha ospitato il passaggio del trenino del Mottarone. Alle 4:15 si è arrivati alla stazione della funivia, poi dopo una ventina di minuti l’approdo in cima alla Croce e si è aspettato il sorgere del sole che, dietro le montagne sovrastanti il lago Maggiore e tra una varietà di colori spettacolari del cielo, è spuntato alle ore 5:50.

Un plauso a tutti i partecipanti che in allegria hanno affrontato questa sempre affascinante esperienza: il Presidente Gianni Pessina, la moglie Piera Martinelli, la Segretaria Vittoria Cerutti, Andrea Marguglio, Katia Minzoni, Simona Bosi, Lorenzo Riccardi, Clementina, Federica, Giorgio, Cristina, Guido, Massimo, Tullio, Boris, che appena finito di lavorare, all’ una si è aggregato al resto del gruppo e dulcis in fundo la sportiva fotografa Gisella Motta, che ha immortalato i momenti clou alla partenza e arrivo della camminata che si spera di potere riproporre anche nell’ estate 2015.