CAMMINATA NOTTURNA, CHIUSURA ISCRIZIONI: FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA

Ciao a tutti,
Il recente post in cui comunicavamo di voler chiudere le iscrizioni per la camminata notturna ha causato un piccolo putiferio e Avis (Comunale di Stresa) vuole fare un po’ di chiarezza sulla comunicazione fatta ieri per evitare il protrarsi di questi fraintendimenti.

L’evento in questione, Camminata notturna Stresa – Mottarone, nasce qualche anno fa, come piccolo evento organizzato da alcuni Avisini appassionati di montagna, per passare una notte in compagnia immersi in uno splendido contesto: il nostro Mottarone.

Quest’anno, abbiamo deciso di promuoverlo con canali comunicativi (ad es. Facebook) che aumentassero significativamente la visibilità e lo rendessero un po’ meno “privato” con il semplice desiderio di permettere ad altri di vivere le stesse emozioni che abbiamo sempre vissuto noi, un po’ com’è poi il nostro spirito di Donatori!
Purtroppo però, ma a noi piace pensare “fortunatamente”, la visibilità dell’evento e la conseguente partecipazione allo stesso hanno avuto un ritorno ben oltre le nostre più rosee aspettative!

Ecco dunque che una cosa nata come scampagnata tra amici è diventata qualcosa di più complesso, emozionante e sicuramente indimenticabile e di questo non possiamo che ringraziare Voi, che nel bene o nel male, con entusiasmo o a volte un po’ di amarezza tanto state commentando. Sicuramente di tutto ciò noi facciamo e faremo sempre tesoro per migliorare anno dopo anno.

Tutto ciò però non basta a risolvere la questione contingente, ovvero: wow, ma quanti siete!!!

Abbiamo preferito chiudere le iscrizioni perché ci siamo un po’ preoccupati.
Preoccupati di non fare bella figura, preoccupati di tradire le vostre aspettative.
Preoccupati di non essere in grado di gestire quel minimo di logistica che un’evento di questa portata logicamente richiede.
ATTENZIONE si tratta comunque di una risalita in notturna su sentieri “relativamente semplici, con un minimo di allenamento e conoscenza dei propri limiti” su un percorso di più di 12 km alla luce della luna o delle torce …

Ecco tutto qua, semplicemente questo. Ovviamente noi non manderemo via nessuno e non ci è mai passato per la testa, la nostra bella montagna e di tutti!

SALVATORE RANIERI HA CANTATO PER AVIS

_DSC5088.jpg bisMartedi 14 giugno Salvatore Ranieri, il cantante della solidarieta’, Testimonial di Avis Nazionale si e’ esibito in concerto a Stresa in piazza Possi, in occasione della “Giornata Mondiale del donatore di sangue”. Organizzata dall’Avis Provinciale V.C.O. ha organizzato l’evento a cui hanno collaborato le quattro Comunali, rappresentate dai Presidenti Gianni Pessina per Stresa, Tiziana Tacchini per Omegna, Marco Maierna per Verbania e Carlo Turchi Vicepresidente di Domodossola . Gradito ospite Angelo Petrulli, atleta e Presidente del GSH Sempione 82. E’ intervenuta la signora Morena Vincenzi, presidente della Societa’ Interfarmaci, che ha promosso la maratona televisiva per donare defibrillatori, che sara’ pubblicizzato sulle reti televisive Mediaset dal 3 al 10 luglio. Alla serata ha collaborato la biologa Irene Paolucci in rappresentanza dell’ADMO. Molti i volontari delle associazioni stresiane, tra cui la C.R.I., Protezione Civile, Vigili del fuoco e il Gruppo Alpini, che con la loro presenza hanno voluto sottolineare tutto il lavoro svolto dal cantante a favore delle persone bisognose.

A causa della pioggia il concerto e’ dovuto essere interrotto dopo circa un’ora.

Camminata notturna Stresa – Mottarone

Caratteristiche del percorso:

Difficoltà E (escursionistica)
Tempo di percorrenza: 5h
Distanza: 12,5 Km
Dislivello: 1.329m
Tipologia: strada,mulattiera,sentiero.

Breve descrizione del percorso

L’itinerario proposto è il classico percorso che collega Stresa alla vetta del Mottarone . Si parte dal piazzale del Lido di Carciano e si attraversano le vie cittadine dirigendosi verso la Via Selvalunga che costeggia stupendi parchi di antiche ville . Inoltrandosi un pò all’interno si può scoprire un angolo di paese d’altri tempi con il lavatoio e la fontana, un finto castello e un affresco del 1846 . Da qui in poi il percorso, sempre su strada asfaltata, si fa più ripido e in breve porta alla frazione di Someraro, vero balcone sulle Isole Borromee. Raggiunto Levo si procederà verso Alpe Vedabbia per raccordarci con il sentiero del CAI di Baveno M5, quindi attraversando boschi di faggi e castagni si riprenderà il sentiero del CAI di Stresa L1 in zona Alpino. Proseguendo il percorso segnalato, si giunge attraverso sentieri tra boschi e alpeggi, alla stazione della “Borromea”, cioè a ciò che resta dell’ultimo luogo di sosta della ferrovia a cremagliera che fino agli anni sessanta del secolo scorso collegava Stresa al Mottarone. Si tratta di un pianoro ombroso a 980 slm. Seguendo quindi l’antico tracciato del trenino ci si innalza fino alle ultime alture per raggiungere il piazzale dell’Albergo Eden di fronte alla stazione d’arrivo della funivia. L’ultimo tratto di strada asfaltata ci porterà al piazzale adiacente all’Albergo “Casa della Neve” e quindi salendo lungo la pista di sci alla sommità del Mottarone ai 1492 m di altezza.

Scarica da qui il modulo per l’iscrizione alla manifestazione.
Il modulo, compilato in tutte le sue parti dovrà essere riconsegnato entro il 19 luglio alla  segreteria della nostra sezione secondo le seguenti modalità:

  • consegna diretta presso l’ufficio in via De Martini, c/o poliambulatorio – Stresa
  • tramite mail a info@avistresa.it
  • via fax al 0323 32278