LA CENA DI SOLIDARIETA’ ALL’ISOLA PESCATORI

Venerdì 21 luglio l’Avis di Stresa ha organizzato una cena di solidarietà grazie alla collaborazione di 8 ristoranti della più grande delle isole Borromee con l’obiettivo di raccogliere fondi utili per la ristrutturazione del piano seminterrato del poliambulatorio di Stresa in cui verrà ubicata la nuova sede del sodalizio presieduto da Gianni Pessina. Sono state 270 le persone che hanno trascorso la piacevole serata gustando ottime pietanze a base di pesce, preparate brillantemente dagli chef dei vari ristoranti ai quali vanno infiniti ringraziamenti per tutto quello che è stato possibile realizzare in questa serata, che neanche la pioggia è stata capace di rovinare.

Si è avuta un’ennesima dimostrazione di come la solidarietà, l’amicizia fra varie persone dedite al volontariato possa sempre portare buoni frutti e crearne dei nuovi in ottica futura.

LE CAMMINATE NOTTURNE CON L’AVIS DI STRESA

Nella notte fra il 9 e 10 giugno si è svolta la 5^ camminata notturna Stresa – Mottarone organizzata dai volontari del sodalizio borromaico. Il ritrovo è avvenuto al piazzale del lido di Carciano davanti ad uno splendido scenario lacustre, illuminata di fronte dalle luci di Baveno, Pallanza e Laveno Mombello, da un cielo stellato e con una luna che nella sua pienezza riusciva anche a celare leggermente il suo fascino.

Ben 36 i temerari che si sono radunati per questa nuova esperienza, rinunciando volentieri alle ore solitamente dedicate al sonno per avventurarsi in uno splendido cammino in mezzo alla natura.

Capitanati dal presidente Gianni Pessina, la moglie Piera Martinelli, la segretaria Vittoria Cerutti, i vice presidenti Massimo Carnevali, Nicola Castelluccio, i consiglieri Laura Caldaronello, Andrea Marguglio, Lucia Mensano con il figlio Riccardo, la nutrita pattuglia avisina era completata da altri donatori come Gian Luciano Ghizzardi e Leone Morellini (specializzato di più in gare podistiche). All’ultimo momento forfait dell’amministratore Graziano Possi. Piacevoli compagni di viaggio sono stati dei ragazzi di Lesa con al seguito la tranquillissima cagnetta Lazy, un gruppo di amici di Legnano e di Candelo in provincia di Biella, capitanati da Germana Bernuzzo che ha immortalato i momenti più significativi di tutta la camminata iniziata 25 minuti dopo la mezzanotte. Dopo avere attraversato Carciano, Someraro, Levo, Alpino, alternando tratti di strada asfaltata, sterrata, boschiva ed effettuando soste rigeneranti, è iniziato il tratto finale più impegnativo, contraddistinto dal pietrisco che copre tutto il percorso che fino al 1962 effettuava il trenino delle Ferrovie del Mottarone. Alle ore 5, con il cielo che cominciava a schiarirsi a dismisura, c’è stato l’approdo alla stazione della funivia ed i meno affaticati hanno poi proseguito fino al raggiungimento della Croce in vetta ai 1491 metri della montagna che unisce Cusio e Verbano, attendendo lo spettacolare sorgere del sole.

Qualche problema per alcuni dei partecipanti che hanno terminato la camminata ai piedi della vetta e poi tutti assieme si è andati a fare una rigenerante colazione presso la “Casa della Neve” della famiglia Baccolini, che gentilmente come ogni volta accoglie i partecipanti di questa avventura che è stata effettuata anche nella notte fra il 7 e l’8 luglio. Il numero dei partecipanti si è dimezzato, ma in un clima molto caldo, con una luna ancora più affascinante e spettacolare, tutto si è potuto svolgere con la massima tranquillità in mezzo alla natura. 

DONATO UN DEFIBRILLATORE ALL’ORATORIO

La sera di giovedì 29 giugno, in una gremita sala del teatro dell’Oratorio “Antonio Rosmini”, l’Avis Comunale di Stresa e Salvatore Ranieri, il trentanovenne ossolano “Cantante della Solidarietà” hanno ufficializzato il dono del defibrillatore consegnato a suo tempo all’arciprete “Don Gian Luca Villa” per l’oratorio stresiano, unendosi al progetto del Comune di Stresa e della Croce Rossa locale di rendere la città e le frazioni “cardioprotette”.
Sono ormai 19 anni che il cantante di Piedimulera, testimonial di Avis Nazionale, attraverso la musica, assistenza, sostegno ed impegno sociale a livello nazionale, affiancandosi e sostenendo numerose Associazioni di Volontariato, ha raccolto oltre 400 mila euro per realizzare progetti benefici.
Il parroco stresiano, che lo scorso 14 giugno ha festeggiato i 20 anni di sacerdozio, ha voluto sottolineare e ringraziare il Presidente dell’Avis di Stresa Gianni Pessina e i componenti del Consiglio direttivo presenti, per l’impegno costante verso i giovani e la comunità. In rappresentanza della Croce Rossa provinciale il presidente di Piedimulera Vincenzo Pironi.
Il Presidente Pessina ha inoltre illustrato i lavori di ristrutturazione dei locali del seminterrato del Poliambulatorio di Stresa, in cui verrà realizzata la nuova sede dell’associazione, la nuova sala donazioni, uno studio medico e quant’altro necessario per ottenere l’accreditamento dei locali per la donazione di sangue.
Per ultimare questo progetto servono ancora degli aiuti economici che l’Avis intende raccogliere anche grazie ad alcune manifestazioni a cui prenderà parte ed organizzerà nelle prossime settimane.
La più imminente sarà in programma venerdì 21 luglio all’Isola Pescatori con una cena di solidarietà, a cui hanno aderito tutti i ristoranti, bar e pizzerie dell’Isola.
A seguire venerdì 4 agosto, Progetto Comune ha ottenuto dal Sindaco Cav. Giuseppe Bottini, il permesso di organizzare una serata musicale “SILENT PARTY” ai giardini del lungolago di Stresa, dove sul palco si esibiranno in contemporanea 3 DJs, ed ognuno proporrà un genere diverso e sarà ascoltata solo tramite cuffie noleggiate.
Quindi sabato 2 settembre a Belgirate concerto del “Cantante della Solidarietà” Salvatore Ranieri e un comico di “Colorado”.
Sabato 28 ottobre chiusura dei festeggiamenti dei 60 anni di fondazione della Comunale con premiazione dei donatori e cena all’Hotel “La Palma” di Stresa.

SALVATORE RANIERI HA CANTATO PER AVIS

_DSC5088.jpg bisMartedi 14 giugno Salvatore Ranieri, il cantante della solidarieta’, Testimonial di Avis Nazionale si e’ esibito in concerto a Stresa in piazza Possi, in occasione della “Giornata Mondiale del donatore di sangue”. Organizzata dall’Avis Provinciale V.C.O. ha organizzato l’evento a cui hanno collaborato le quattro Comunali, rappresentate dai Presidenti Gianni Pessina per Stresa, Tiziana Tacchini per Omegna, Marco Maierna per Verbania e Carlo Turchi Vicepresidente di Domodossola . Gradito ospite Angelo Petrulli, atleta e Presidente del GSH Sempione 82. E’ intervenuta la signora Morena Vincenzi, presidente della Societa’ Interfarmaci, che ha promosso la maratona televisiva per donare defibrillatori, che sara’ pubblicizzato sulle reti televisive Mediaset dal 3 al 10 luglio. Alla serata ha collaborato la biologa Irene Paolucci in rappresentanza dell’ADMO. Molti i volontari delle associazioni stresiane, tra cui la C.R.I., Protezione Civile, Vigili del fuoco e il Gruppo Alpini, che con la loro presenza hanno voluto sottolineare tutto il lavoro svolto dal cantante a favore delle persone bisognose.

A causa della pioggia il concerto e’ dovuto essere interrotto dopo circa un’ora.

SI E’ SVOLTA LA 58^ ASSEMBLEA DELL’ AVIS DI STRESA

Venerdì 26 febbraio 2016 si è svolta all’Oratorio “Antonio Rosmini” la 58^ assemblea dell’Avis Comunale di Stresa presieduta da Gianni Pessina. Tra i presenti Massimo Radaelli Presidente degli “Amici della Croce Rossa” che ha consegnato all’Avis di Stresa un assegno di €. 2.400,00 (duemilaquattrocento) per i futuri progetti di ristrutturazione locali del Poliambulatorio di Stresa. Laura Caldaronello e Roberto Tondina, presente anche in rappresentanza del Comune di Gignese, sostituiscono i due consiglieri dimissionari nel Consiglio Direttivo. La forza associativa si è incrementata di 20 nuovi donatori (n° 540 al 31 dicembre) e così pure le donazioni arrivate a n° 681. La relazione morale letta dal Vice Presidente vicario Paolo Bravi ha evidenziato lo sforzo fatto dall’Avis di Stresa per adeguarsi alle normative europee e l’orgoglio di aver potuto concludere le visite periodiche a tutti i donatori che proseguiranno in futuro con cadenza biennale. Sono seguite le relazioni finanziarie illustrate dall’Amministratore Nicola Castelluccio e del Revisore dei Conti Giovanni Galli, il messaggio del Direttore sanitario dell’Avis stresiana Anna Campi. E’ intervenuto anche Don Gianluca Villa,  che ha espresso il suo apprezzamento per tutte le associazioni di volontariato del territorio, facendo risaltare l’Avis in quanto il dono del sangue risulta essere il dono più grande per salvare vite umane. Il dottor Borsotti, ex primario del centro Trasfusionale di Domodossola che dal 2013 volontariamente effettua le visite periodiche ai donatori stresiani, ha posto l’attenzione sulle precauzioni da osservare per prevenire rischi dovuti ai tatuaggi quando si decide di fare queste incisioni sulla pelle e i relativi tempi di sospensione obbligatori per riprendere a donare il sangue. La lunga serata si è conclusa con l’intervento del dottor Cerutti che ha sottolineato l’importanza della chiamata dei donatori in merito ai gruppi sanguigni richiesti giornalmente dal SIMT e le novità imposte dal decreto del 2 novembre 2015 relativo ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti.